martedì, gennaio 28, 2003

...mentre la disco formicolava come un alveare;
la discoteca era piena e su un paio di cubi due ape regina ballavano illuminate da luci magiche, veloci, come la musica. -Annamo a farce na birra.- Urlo' Mario al mio orecchio, sturandomelo. (Va bene che c'era casino ma insomma...) Al banco una bionda da sballo. Ci squadro' a tutti e tre. Accanto alla bionda un'altra bionda. -Volete ballare?- dissi a una di loro.
Una di loro mi dide la mano e mi porto' in mezzo alla pista. Aveva degli occhiali da sole e un cappello alla cowboy. Dopo un po' arrivo' un tipo che s'era incazzato perche' diceva era la sua ragazza. Io me ne sono andato dopo averlo spintonato un po' a mia volta, ma non gli andava neanche a lui di finirla a botte. Mi riavvicinai al banco ed ordinai un'altra birra perche' l'altra era sparita dalla circolazione. Intravidi Filippo parlare con il dj e Mario ballare con una'altra ragazza. Dopo un paio di sorsi della mia birra, il mio sguardo cadde su quello di una giovane puella che sembrava innocente innocente, appoggiata al muro, guardandomi. Aveva un'aspressione da bambina, begli occhi, capelli castani. Mi avvicinai a parlare con lei.
Ciao, come ti chiami? Maria.- disse lei timidamente, con una vocina ancora piu' suave. -Che fai qui tutta sola soletta?- -Sto col mio ragazzo.- Lei indico' un coglione all'altra estremita' del bancone che rideva e parlava con degli amici. Oggi non e' il mio giorno fortunato, pensai. Ma quella ragazza mi faceva sesso, dovevo farmela a tutti i costi. -Quanti anni hai?- -20 e tu?- -23, dimostri meno.- conclusi facendo finta di ballare, ma in realta' so una frana. Meglio inseguire una figa che imparare a ballare. -Sei carina- continuai io. -Grazie.- Lei mi sorrise e mi faceva venire una voglia di scopare...Insomma, dopo parecchie chiacchere e fregnacce varie la convinsi a ballare. Le toccavo il culo e lei ogni volta mi toglieva la mano e io le toccavo il culo un'altra volta. -Sono fidanzata!- disse lei. -E sti cazzi, allora perche' balli con me?- -Per far ingelosire il mio ragazzo.- diceva lei con lo sguardo fisso nella direzione dove quel coglione rideva e parlava senza accorgersi di nulla. (O faceva finta di non accorgersene?) La presi per una mano e la portai nel bagno degli uomini. -Ma lo sai che sei veramente buona, lo sai si che sei bona....

...
Ho tagliato qualche parte da el caramba (mica Bevilacqua!)
d2-Angela Lindvall-Gallery

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page