martedì, dicembre 03, 2002

meglio stare in spiaggia con la mano fra le sue cosce che starsene a casa a leggere poesie di virginia woolf (si scrive così? scriveva anche poesie? Boh? Che cazzo di titolo!!!);
carezze
pensieri
sudore
e odore di te che manco ti conosco
che manco ancora sappiamo bene cosa cazzo ci facciamo
su questa spiaggia abbandonata
qualcosa non va...
il vento che impietoso
mi rende nervoso...
bevuto troppo tesoro?
bevuto troppo brutto pirla?
credo di si...
poi ancora spingo
sogno
chiudiamo gli occhi
mentre tu pensi all' india
o qualcosa di simile...
spingo
piano
fino a quando i colori sono anime
che vengono a respirarci vicino
vicino
accanto a 'sto cuscino pieno di foglie
e odore di sabbia marina...
la notte è scesa
e noi ne siamo vittime...





GALLERY of the model H. KLUM

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page